Comune di Vedeseta – Informazioni Paese e Turismo

ARTICOLI Vedeseta  ITINERARI  Vedeseta  EVENTI  Vedeseta NEGOZI Vedeseta  MANGIARE  Vedeseta  DORMIRE  Vedeseta  LOCALI  Vedeseta SERVIZI  Vedeseta AZIENDE Vedeseta CASE  Vedeseta SCUOLE  Vedeseta ASSOCIAZIONI  Vedeseta ARTISTI Vedeseta  WEB CAM Vedeseta  VIDEO  Vedeseta

Le origini di Vedeseta

Le prime testimonianze scritte su Vedeseta e sulla Val Taleggio risalgono ad un’epoca non anteriore al secolo XI. Varie ipotesi si sono fatte sui primi insediamenti in valle, ma quasi certamente i primi abitanti provenivano dalla vicina Valsassina. C’è chi sostiene che i primi ad insediarsi nelle zone ora occupate dal comune di Vedeseta fossero i pastori che passavano l’estate in Val Taleggio, ben ricca di pascoli; altri invece – tra cui Giuseppe Locatelli che nacque e visse a Lavina di Vedeseta lo scorso secolo – pensano che vi si fossero rifugiati gli abitanti valsassinesi in quanto, essendo la valle circondata da alture all’epoca difficilmente valicabili, forniva una buona protezione contro le orde di barbariprovenienti dal Nord Europa.

Il Medioevo

All’epoca di Carlo Magno, la Val Taleggio divenne feudo del vescovo di Milano. Da allora, Vedeseta è rimasta sotto l’influenza della diocesi di Milano, fino al 1995 quando il cardinal Martini e il vescovo Amadei sottoscrissero l’accordo per il suo passaggio alla diocesi di Bergamo.

Nel 1237 i Milanesi in ritirata dopo la dura sconfitta subìta contro Federico II nella battaglia di Cortenova, cercarono rifugio in Valsassina dove trovarono ospitalità grazie a Pagano della Torre, al quale, come ricompensa, venne affidata la Signoria delle Valli Taleggio e Averara. Sanguinose furono le battaglie per il possesso della valle e portarono gli abitanti dei due comuni a schierarsi su due fronti differenti: Taleggio dalla parte guelfa, a sostegno dei Torriani (che con i Viscontierano una delle casate più importanti della Lombardia), e Vedeseta dalla parte ghibellina, a sostegno dell’Arcivescovo di Milano.

Questa divisione e le lotte che ne seguirono, portarono gli abitanti della valle a costruire castelli e case torri. A Vedeseta la più famosa torre era probabilmente ubicata dove ora c’è la Parrocchiale, infatti sembra che i materiali che componevano la torre furono poi utilizzati per la costruzione del vecchio campanile, poi demolito per far posto a quello attuale. Fu costruita nel XIV secolo da Orlando Arrigoni su un angolo della sua casa e fu quindi chiamata Torre d’Orlando.

La pace fu firmata nel 1395, ma non durò molto.

Nel XV secolo, infatti, la valle subì un’ulteriore divisione. La Repubblica Veneta prese possesso della provincia di Bergamo, ma Vedeseta rimase comunque territorio del Ducato di Milano. Le pietre di confine tra il Ducato e la Repubblica, chiamate termenü, definiti dopo un’immancabile serie di lotte tra i sudditi di Milano e quelli di Venezia, sono ancora presenti in Val Taleggio e oggi segnano il confine tra i comuni di Vedeseta e Taleggio.

Età moderna

Nel 1746, quando la Lombardia passò agli Asburgo, Maria Teresa mise Vedeseta sotto la giurisdizione di Lecco, insieme con le Pievi di Bellano, Mandello, Varenna eValsassina.

Per trovare Vedeseta e Taleggio sotto la stessa bandiera, bisogna aspettare Napoleone Bonaparte, che nel 1797 le incluse entrambe nella Repubblica Cisalpina, dopo secoli di scontri, lotte e divisioni.

Età contemporanea[modifica | modifica wikitesto]

 

La frazione abbandonata Roncalli

La storia recente di Vedeseta racconta soprattutto il fenomeno dello spopolamento del comune. I 766 abitanti che si contavano nel 1921 sono diventati 244 nel 2005. Ciò è dovuto alla quasi totale assenza di industria e, soprattutto, di infrastrutture, al devastante fenomeno digital divide che colpisce la zona.

Nel 2005 non solo Vedeseta, bensì tutta la Val Taleggio hanno rischiato addirittura di perdere l’unica struttura sanitaria presente in valle, un ambulatorio presso Olda di Taleggio.

Inoltre tutte le vie di accesso che portano a Vedeseta sono di non facile praticabilità: capita che il passo che porta in Valsassinain inverno sia chiuso per neve; la strada per San Giovanni Bianco passa per l’Orrido della Val Taleggio che – sebbene suggestivo – è spesso luogo di frane; la strada per Brembilla, nonostante sia la migliore, annovera la presenza di curve decisamente strette e pericolose nel tratto tra Peghera di Taleggio e Gerosa.

Tutte queste ragioni hanno scoraggiato – e tuttora scoraggiano – i giovani a rimanere a Vedeseta, spingendoli a cercare migliori condizioni professionali e di vita verso i paesi della pianura.

Architetture religiose

  • L’antica parrocchiale di San Bartolomeo
  • La parrocchiale di Sant’Antonio abate

Architetture civili

  • Il prato Giugno, presso Avolasio
  • La frazione abbandonata di Roncalli
Popolazione Residente
218 (M 126, F 92)
Densità per Kmq: 11,0
Superficie: 19,78 Kmq
Codici
CAP 24010
Telefonico Prefisso 0345
Codice Istat 016230
Codice Catastale L707
Informazioni
Denominazione Abitanti vedesetesi
Santo Patrono Sant’Antonio Abate
Festa Patronale 17 gennaio
Etimologia (origine del nome)
Deriva da vitex, -icis, vite. Da una forma collettiva viticeta.
Il Comune di Vedeseta fa parte di:
 Comunità Montana Valle Brembana
 Parco delle Orobie Bergamasche
Località e Frazioni di Vedeseta
Reggetto, Avolasio, Lavina
Comuni Confinanti
Barzio (LC), BrumanoCassiglioFuipiano Valle Imagna, Moggio (LC), Morterone (LC), TaleggioValtorta

MERCATO SETTIMANALE

Vedeseta Via Centro dal lunedi al venedi 3 Banchi
Municipio via
tel.
via Don Arrigoni,7
0345/47036
Posta tel. 0345/47063
Pronto Soccorso tel. 0345/27111
Ospedale Civile tel.
Loc.
0345/27111
San Giovanni Bianco
Centro Antiveleni (Milano) tel. 02/6428556
USSL n° 27 tel. 0345/91765-94469
Carabinieri (Serina) tel.
loc.
0345/41019
San Giovanni Bianco
Parrocchia tel. 0345/47023
Soccorso Alpino tel. 0346/23123
Elisoccorso Medico tel. 118
Corpo Forestale tel. 0345/91112
Vigili del Fuoco tel. 115
Comunita’ Montana Valle Brembana tel. 0345/81177

Numeri utili GENERALI

Carabinieri

112

Polizia Stradale

035.276.300

Polizia di Stato

113

Polizia Locale (centrale operativa) 

035.399.559

Vigili del Fuoco

115

Protezione Civile

035.399.399

Guardia di Finanza

117

Chiamata urgente su n° occupato 

4197

Corpo Forestale

1515

Pronto intervento ASM

800.014.929

Emergenza Sanitaria

118

Guasti fognature, acqua e gas   

035.216.162

Guardia medica

035.455.51.11

Enel (guasti luce) 

803.500

ATB     

035.236.026

Radio Taxi       

035.451.90.90

Pubblicato in Bassa Valle Brembana, MERCATI BERGAMO, PROVINCIA BERGAMO, Valle Brembana e Venerdì Mercati Bergamo

SPONSOR di Vedeseta – Vuoi sostenere la pagina del tuo comune?

INFORMAZIONI

Attività VedesetaNegozi VedesetaAziende VedesetaServizi VedesetaLocali VedesetaRistoranti VedesetaPizzerie VedesetaItinerari VedesetaPaese VedesetaComune VedesetaDove andare VedesetaInformazioni VedesetaNotizie Vedeseta Info Vedeseta Storia VedesetaPersonaggi Vedeseta Numeri Utili Vedeseta Curiosità Vedeseta Popolazione Vedeseta Frazioni Vedeseta Vivere Vedeseta Informazioni Turistiche Vedeseta Vedeseta Comune Vedeseta Informazioni Vedeseta Paese Vedeseta Fotografie Immagini VedesetaVedeseta FotografieFoto VedesetaEventi VedesetaScuole VedesetaAssociazioni VedesetaHotel VedesetaDove Dormire VedesetaOggi VedesetaDove Mangiare Vedeseta