Comune di Ghisalba – Informazioni Paese e Turismo

ARTICOLI Ghisalba   ITINERARI  Ghisalba   EVENTI  Ghisalba NEGOZI Ghisalba   MANGIARE  Ghisalba   DORMIRE  Ghisalba   LOCALI  Ghisalba SERVIZI  Ghisalba AZIENDE Ghisalba CASE  Ghisalba SCUOLE  Ghisalba ASSOCIAZIONI  Ghisalba ARTISTI Ghisalba   WEB CAM Ghisalba   VIDEO  Ghisalba

CENNI STORICI:

Le origini del paese risalgono all’epoca romana; di tale periodo si sono rinvenuti reperti archeologici di notevole importanza, tra cui un altare dedicato al culto del dio Giove.

A tale periodo si può far risalire anche la Via Francesca, su cui ancora oggi è ricalcata la viabilità moderna, come strada di scorrimento, che taglia l’alta pianura bergamasca da est ad ovest. Una vaga diceria asserisce che questa via fosse ripristinata dai Franchi per permettere il trasferimento della salma dell’imperatore Ludovico II da Brescia aMilano.

In epoca medievale il paese fu al centro di numerose dispute tra le fazioni guelfe e ghibelline; infatti vi era anche un castello, distrutto per ben due volte nel XIV secolo per opera dei milanesi e di cui ora restano soltanto pochi resti delle mura di cinta dopo continue demolizioni sia nel XIX secolo sia dopo l’ultimo dopoguerra.

ITINERARI:

Il paese deve il suo nome alla precedente e antica chiesa parrocchiale di San Lorenzo Martire, ampliata nel secolo XVIII dall’architetto Luca Lucchini di Certenago[3], poi demolita totalmente nel XIX secolo, che veniva chiamata ecclesia alba forse dal nome delle vesti dei battesimandi (quella di Ghisalba era una delle poche chiese battesimali presenti sul territorio di Bergamo) o più semplicemente perché le sue mura erano tinteggiate con calce bianca.

L’attuale chiesa, in forma di rotonda con cupola, è stata progettata dall’architetto Luigi Cagnola nella prima metà del XIX secolo; domina con la sua imponenza la piazza del paese, ed è caratterizzata da un pronao con imponenti colonne, nonché dal campanile che è stato costruito all’inizio del XX secolo sul luogo ove in passato sorgeva una torre, collegata alla cinta del castello e utilizzata a scopi difensivi. All’interno si trovano dipinti di pregio, tra i quali spiccano quelli di Gian Paolo Cavagna.

Il Palazzo Ghidini è stato ampliato su progetto del 1853 preparato dall’architetto Ferdinando Crivelli.

Ghisalba ha sempre avuto le caratteristiche di borgo agricolo e le mantenne sino al XX secolo: le colture predominanti erano quelle del frumento, del granoturco e delle patate. Restano, ai margini del centro abitato, numerosi esempi di cascinali, alcuni utilizzati, altri lasciati cadere in disuso.

Numeri utili GENERALI

Carabinieri

112

Polizia Stradale

035.276.300

Polizia di Stato

113

Polizia Locale (centrale operativa) 

035.399.559

Vigili del Fuoco

115

Protezione Civile

035.399.399

Guardia di Finanza

117

Chiamata urgente su n° occupato 

4197

Corpo Forestale

1515

Pronto intervento ASM

800.014.929

Emergenza Sanitaria

118

Guasti fognature, acqua e gas   

035.216.162

Guardia medica

035.455.51.11

Enel (guasti luce) 

803.500

ATB     

035.236.026

Radio Taxi       

035.451.90.90

Pubblicato in Alta Pianura Bergamasca, MERCATI BERGAMO, Pianura Bergamasca e PROVINCIA BERGAMO