Comune di Brembate – Informazioni Paese e Turismo

ARTICOLI Brembate   ITINERARI  Brembate   EVENTI  Brembate NEGOZI Brembate   MANGIARE  Brembate   DORMIRE  Brembate   LOCALI  Brembate SERVIZI  Brembate AZIENDE Brembate CASE  Brembate SCUOLE  Brembate ASSOCIAZIONI  Brembate ARTISTI Brembate   WEB CAM Brembate   VIDEO  Brembate

CENNI STORICI:

La storia del paese ha origini antichissime, risalenti al neolitico, come testimoniano numerosi ritrovamenti avvenuti sul territorio comunale. I ritrovamenti riguardano sepolture accompagnate da monili vari databili attorno all’età del ferro (V secolo a.C.), ma anche vari attrezzi inerenti al periodo in cui nella zona arrivarono i Galli Cenomani.

 

Il territorio di Brembate nell’isola bergamasca

In seguito il territorio subì un ulteriore sviluppo in epoca romana, quando i nuovi dominatori sfruttarono la posizione strategica del paese. Posto sulle rive del fiume Brembo, che poco distante si getta nelle acque del fiume Adda, sorgeva in una zona attualmente denominata Isola bergamasca, nella quale transitavano importanti strade di comunicazione.

Successivamente si susseguirono le dominazioni dei Longobardi prima e deiFranchi poi. È proprio a questo periodo che risale il primo documento in cui si attesta l’esistenza del borgo di Brembate: in un atto redatto nel 962 si citano con il nome di Brembati inferior alcuni territori di proprietà di Berengario II e di sua moglie. Si narra che fu proprio il suddetto regnante ad avviare la costruzione di un imponente castello che assunse una notevole importanza durante il periodo medievale.

Il suddetto maniero fu in seguito assegnato, unitamente alle terre circostanti, dall’imperatore Federico Barbarossa ai signori milanesi dei Visconti.

Anche in queste zone si verificarono notevoli scontri tra le opposte fazioni deiguelfi e dei ghibellini, che alternarono il possesso del castello di Grignano, località in cui era posta la fortificazione. Le numerose lotte segnarono gli abitanti, sottoposti successivamente ad ulteriori scontri tra le truppe del Ducato di Milano e quelle della Repubblica di Venezia. Furono queste ultime a prevalere, annettendo nella Serenissima il territorio comunale nel 1423.

Tuttavia la pace e la tranquillità non potevano essere considerate acquisite, poiché nel 1483 il Duca di Calabria, alleato con il [Duca di Milano], attaccò il paese con il proprio esercito e lo rase completamente al suolo. Si trattò di una tremenda punizione per la popolazione, duramente provata da secoli di guerre ma anche di numerose ondate di carestie e di epidemie di peste, che avevano notevolmente ridotto il numero degli abitanti.

Successivamente la situazione si stabilizzò, con i Veneziani che comandarono fino al termine del XVIII secolo. A questi subentrarono gli austriaci, che mantennero il possesso della zona fino all’annessione nel Regno d’Italia. AllaSpedizione dei Mille, evento che sancì l’unificazione, contribuì anche Brembate con due propri abitanti: uno morì nei pressi di Napoli nella Battaglia del Volturno, l’altro, Vittore Tasca, fu un importante personaggio dell’epoca che ricoprì il ruolo di parlamentare per più mandati.

Gli anni successivi videro il paese trasformarsi da piccolo centro rurale ad importante centro industriale, anche a causa della vicinanza con il centro Crespi d’Adda, posto ai margini dei confini comunali.

Soltanto nel 1928 il comune assunse le attuali dimensioni, quando vennero accorpati i comuni di Brembate di Sotto eGrignano nel nuovo comune di Brembate.

ITINERARI:

Notevole interesse riveste il Santuario di San Vittore, piccola chiesetta in stile romanico risalente al X secolo al di sotto della quale vi è una grotta visitabile in cui vi è, fra l’altro una bella fontanella in pietra di epoca medievale ed un gruppo di statue rappresentanti la “deposizione” di Cristo. Il sopracitato documento risalente al 962, include infatti anche la citazione della Ecclesia sancti Victoris. Posto sulle rive del fiume Brembo, custodisce affreschi e dipinti di ottima fattura, disposti nella struttura su due piani. Inoltre ha sempre ricoperto un ruolo importante nella storia del paese, tanto che nel XVI secolo il borgo stesso veniva chiamato Brembate San Vittore.

Sempre in ambito sacro, molto importante è la chiesa parrocchiale, dedicata ai santi Faustino e Giovita. Edificata nel corso del XVII secolo in luogo di un precedente edificio di culto, conserva buone opere pittoriche di artisti locali.

È presente anche la parrocchia della frazione Grignano, dedicata ai santi Pietro e Paolo. Sempre nella frazione, ai margini con il vicino comune di Filago, si trova la chiesa romanica di san Fermo e Rustico, antecedente all’anno 1000. Di essa spicca la poderosa torre inglobata nell’edificio stesso, mentre la struttura è composta da una sola navata a forma rettangolare, da una piccola abside semicircolare ed una facciata composta da blocchi di pietra chiara e mattoni a vista, elementi che la rendono un ottimo esempio dell’epoca medievale.

Altro edificio degno di nota è Villa Tasca. Risalente al XIX secolo e di proprietà di Vittore Tasca, dispone di alcune opere d’arte e di un parco che fu luogo d’incontro tra i garibaldini e personaggi importanti del tempo.

Infine si può trovare il Ponte romanico che, costruito tra il XIV ed il XV secolo, è dotato di una struttura a due arcate, ora affiancata da altri due ponti utilizzati nella viabilità moderna.

 

Notevole interesse riveste il Santuario di San Vittore, piccola chiesetta in stile romanico risalente al X secolo al di sotto della quale vi è una grotta visitabile in cui vi è, fra l’altro una bella fontanella in pietra di epoca medievale ed un gruppo di statue rappresentanti la “deposizione” di Cristo. Il sopracitato documento risalente al 962, include infatti anche la citazione della Ecclesia sancti Victoris. Posto sulle rive del fiume Brembo, custodisce affreschi e dipinti di ottima fattura, disposti nella struttura su due piani. Inoltre ha sempre ricoperto un ruolo importante nella storia del paese, tanto che nel XVI secolo il borgo stesso veniva chiamato Brembate San Vittore.

Sempre in ambito sacro, molto importante è la chiesa parrocchiale, dedicata ai santi Faustino e Giovita. Edificata nel corso del XVII secolo in luogo di un precedente edificio di culto, conserva buone opere pittoriche di artisti locali.

È presente anche la parrocchia della frazione Grignano, dedicata ai santi Pietro e Paolo. Sempre nella frazione, ai margini con il vicino comune di Filago, si trova la chiesa romanica di san Fermo e Rustico, antecedente all’anno 1000. Di essa spicca la poderosa torre inglobata nell’edificio stesso, mentre la struttura è composta da una sola navata a forma rettangolare, da una piccola abside semicircolare ed una facciata composta da blocchi di pietra chiara e mattoni a vista, elementi che la rendono un ottimo esempio dell’epoca medievale.

Altro edificio degno di nota è Villa Tasca. Risalente al XIX secolo e di proprietà di Vittore Tasca, dispone di alcune opere d’arte e di un parco che fu luogo d’incontro tra i garibaldini e personaggi importanti del tempo.

Infine si può trovare il Ponte romanico che, costruito tra il XIV ed il XV secolo, è dotato di una struttura a due arcate, ora affiancata da altri due ponti utilizzati nella viabilità moderna.

Popolazione Residente
8.603 (M 4.368, F 4.235)
Densità per Kmq: 1.578,5
Superficie: 5,45 Kmq
Codici
CAP 24041
Telefonico Prefisso 035
Codice Istat 016037
Codice Catastale B137
Informazioni
Denominazione Abitanti brembatesi
Santo Patrono SS. Faustino e Giovita
Festa Patronale 15 febbraio
La frazione di Grignano fu comune autonomo fino al 1928.
Etimologia (origine del nome)
Documentato nell’854, deriva dal nome del fiume Brembo, presso il quale si trova il paese, con l’aggiunta del suffisso -ate.
Località e Frazioni di Brembate
Grignano
Comuni Confinanti
BoltiereCanonica d’AddaCapriate San GervasioFilagoOsio SottoPontirolo Nuovo
Ville e Palazzi
 Villa Tasca
Chiese e altri edifici religiosi brembatesi
 Chiesa di San Vittore
 Chiesa di San Fermo e Rustico (a Grignano)

 

Brembate Via T. Vecellio mercoledi 39 Banchi

Numeri utili GENERALI

Carabinieri

112

Polizia Stradale

035.276.300

Polizia di Stato

113

Polizia Locale (centrale operativa) 

035.399.559

Vigili del Fuoco

115

Protezione Civile

035.399.399

Guardia di Finanza

117

Chiamata urgente su n° occupato 

4197

Corpo Forestale

1515

Pronto intervento ASM

800.014.929

Emergenza Sanitaria

118

Guasti fognature, acqua e gas   

035.216.162

Guardia medica

035.455.51.11

Enel (guasti luce) 

803.500

ATB     

035.236.026

Radio Taxi       

035.451.90.90

Pubblicato in Isola Bergamasca, MERCATI BERGAMO, Mercoledì Mercati Bergamo e PROVINCIA BERGAMO

SPONSOR di Brembate – Vuoi sostenere la pagina del tuo comune?

INFORMAZIONI

Attività BrembateNegozi BrembateAziende BrembateServizi BrembateLocali BrembateRistoranti BrembatePizzerie BrembateItinerari BrembatePaese BrembateComune BrembateDove andare BrembateInformazioni BrembateNotizie Brembate Info Brembate Storia BrembatePersonaggi Brembate Numeri Utili Brembate Curiosità Brembate Popolazione Brembate Frazioni Brembate Vivere Brembate Informazioni Turistiche Brembate Brembate Comune Brembate Informazioni Brembate Paese Brembate Fotografie Immagini BrembateBrembate FotografieFoto BrembateEventi BrembateScuole BrembateAssociazioni BrembateHotel BrembateDove Dormire BrembateOggi BrembateDove Mangiare Brembate