Comune di Medolago– Informazioni Paese e Turismo

ARTICOLI Medolago  ITINERARI  Medolago  EVENTI  Medolago NEGOZI Medolago  MANGIARE  Medolago  DORMIRE  Medolago  LOCALI  Medolago SERVIZI  Medolago AZIENDE Medolago CASE  Medolago SCUOLE  Medolago ASSOCIAZIONI  Medolago ARTISTI Medolago  WEB CAM Medolago  VIDEO  Medolago

CENNI STORICI:

I primi insediamenti stabili di una certa consistenza presenti sul territorio comunale risalgono all’epoca romana, quando nelle vicinanze era posta un’importante via di comunicazione utilizzata sia in ambito militare che in quello commerciale.

Si pensa inoltre che in tale periodo il paese fosse inserito nel pagus fortunensis, al pari degli altri borghi dell’isola.

Tuttavia per aspettare il primo documento che attesti con certezza l’esistenza del toponimo, bisogna aspettare fino al917, quando Medolago, menzionato come castrum, venne inserito nel Sacro Romano Impero, in cui i reggenti inserirono il feudalesimo.

L’etimologia del nome del paese sembra derivare dalla sua attuale collocazione in posizione centrale all’antico lago Gerundo, prosciugato nel periodo medievale, da cui il nome latino medio-lacus e la modernizzazione Medolago.

Inizialmente affidato alla gestione del vescovo di Bergamo, Medolago venne quindi interessato dalle lotte tra le fazioniguelfe e ghibelline, che imperversarono in tutta la provincia bergamasca.

In tal senso sul territorio comunale sorsero numerose fortificazioni difensive, tra cui anche un castello circondato di fossato, costruito in forma associata tra numerose personalità del borgo.

Il potere tuttavia era detenuto dalla famiglia dei Medolago Albani che spesso si dovette guardare dagli attacchi esterni, dovuti per lo più alla vicinanza con la roccaforte di Trezzo sull’Adda. In tal senso imponente fu la devastazione compiuta da Bernabò Visconti nel 1377, che colpì anche il vicino borgo di Solza.

La situazione ritornò alla tranquillità a partire dal 1428 quando, unitamente al resto della provincia bergamasca, venne posto sotto il dominio della Repubblica di Venezia, la quale emanò una serie di provvedimenti volti a migliorare la situazione sociale ed economica.

Un sussulto si ebbe nel 1509 quando l’esercito francese, capitanato da Carlo d’Amboise, irruppe sul territorio e provocò una carneficina tra la popolazione, rea di aver opposto resistenza al tentativo d’invasione.

Da quel momento pochi furono gli avvenimenti degni di nota per il paese, che seguì le sorti del resto della provincia, passando alla Repubblica Cisalpina nel 1797, al Regno Lombardo-Veneto nel 1815, ed infine al neonato Regno d’Italianel 1859, con il quale ottenne anche l’autonomia amministrativa.

Tale autonomia venne revocata nel 1928 quando venne fuso con il vicino comune di Solza, formando il nuovo comune diRiviera d’Adda, con sede comunale posta nel vicino paese. Soltanto nel 1970 i due paesi riacquisirono l’autonomia

 

Numeri utili GENERALI

Carabinieri

112

Polizia Stradale

035.276.300

Polizia di Stato

113

Polizia Locale (centrale operativa) 

035.399.559

Vigili del Fuoco

115

Protezione Civile

035.399.399

Guardia di Finanza

117

Chiamata urgente su n° occupato 

4197

Corpo Forestale

1515

Pronto intervento ASM

800.014.929

Emergenza Sanitaria

118

Guasti fognature, acqua e gas   

035.216.162

Guardia medica

035.455.51.11

Enel (guasti luce) 

803.500

ATB     

035.236.026

Radio Taxi       

035.451.90.90

Pubblicato in Isola Bergamasca, MERCATI BERGAMO e PROVINCIA BERGAMO